Per iscriverti a una nuova sessione di NutriMI 2017, clicca su “Acquista sessioni” e segui le indicazioni
Informativa
Close

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il vino NON ‘pulisce’ le arterie

18 maggio 2018 0 Commenti Curiosità e falsi miti 779 Views
Il vino NON ‘pulisce’ le arterie

L’idea che l’assunzione di vino possa favorire una maggiore “salute” delle arterie e del cuore deriva dal cosiddetto “paradosso francese”, nato negli anni ‘90 dall’osservazione di un ridotto numero di casi di ischemia miocardica (condizione in cui l’ossigeno non riesce a raggiungere il cuore) nella popolazione francese, nonostante un’assunzione tipicamente elevata di grassi saturi (1). Questo effetto positivo fu attribuito al consumo moderato di vino, in particolar modo vino rosso (1). Ciò che è noto è che il vino, specialmente quello rosso, contiene un elevato quantitativo di polifenoli, composti con attività antiossidante che possono avere degli effetti positivi sulla salute cardiovascolare, aumentando il colesterolo “buono” HDL, favorendo la vasodilatazione e riducendo l’aggregazione piastrinica (2). Al contrario, sembra che elevate assunzioni di alcol possano incrementare il rischio di aritmia, cardiomiopatia alcolica e ipertensione (2). Attenzione, quindi, ad associare ad un alimento effetti “miracolosi”.
Sebbene l’associazione positiva tra vino e salute cardiovascolare meriti sicuramente ulteriori approfondimenti, ad oggi, le diverse linee guida (3,4) concordano che la sua assunzione debba essere moderata (circa 1-2 bicchieri al giorno per l’uomo e circa 1 bicchiere al giorno per la donna) e avvenire durante i pasti, come indicato anche nella piramide della Dieta Mediterranea (5).

Quali bufale alimentari e nutrizionali smaschereremo nei prossimi articoli? Segnalateci quelle che pensate possano essere delle fake news a questo link: https://www.nutrimi.it/foodmythbusters/

(1) Renaud, S. D., & de Lorgeril, M. (1992). Wine, alcohol, platelets, and the French paradox for coronary heart disease. The Lancet, 339(8808), 1523-1526.
(2) Haseeb, S., Alexander, B., & Baranchuk, A. (2017). Wine and Cardiovascular Health: A Comprehensive Review. Circulation, 136(15), 1434-1448.
(3) Cialfa, E., D’amicis, A., Leclercq, C., Quaglia, G. B., Sette, S., Ticca, M., & Tomassi, G. (2003). Linee guida per una sana alimentazione italiana. Rome: Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, 86.
(4) American Heart Association. Alcohol and Heart Health. [online] Available at: http://www.heart.org/HEARTORG/HealthyLiving/HealthyEating/Nutrition/Alcohol-and-Heart-Health_UCM_305173_Article.jsp#.Wv7Ei4iFNPY
(5) Bach-Faig, A., Berry, E. M., Lairon, D., Reguant, J., Trichopoulou, A., Dernini, S., … & Serra-Majem, L. (2011). Mediterranean diet pyramid today. Science and cultural updates. Public health nutrition, 14(12A), 2274-2284.

Sull’ Autore

Articoli correlati

0 Commenti

Nessun Commento!

Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Lascia una risposta