Crackers e grissini NON sostituiscono il pane!

Farina, acqua, lievito e sale. Sono solo 4 gli ingredienti necessari per fare uno degli alimenti più conosciuti e consumati al mondo: il pane. Ma se a tavola il pane non c’è?

Crackers e grissini vengono considerati dei buoni sostituti del pane. Anche a casa può capitare di non avere tutti i giorni a disposizione del pane fresco: ecco dunque che si tende ad avere in dispensa questi prodotti confezionati, per poi utilizzarli al posto del pane. Tuttavia, le differenze non sono piccole!

A livello nutrizionale 100 g di pane contengono 59,5 g di carboidrati, 8,1 g di proteine, 0,5 g di lipidi e 31 g di acqua, per un totale di circa 268 kcal. Prendendo invece in considerazione, a parità di peso, crackers e grissini, le maggiori differenze con il pane sono la ridotta presenza di acqua, 4,5 e 7,5 g, che determina una maggiore concentrazione di tutti gli altri nutrienti, e il maggior contenuto lipidico, 10 e 13,9 g, rispettivamente. Come risultato, questi prodotti hanno un apporto calorico di 400 kcal per 100 g.

Proprio per questo motivo, secondo le indicazioni delle Linee Guida per una sana alimentazione, il pane dovrebbe essere consumato tutti i giorni, mentre invece i cosiddetti “sostituti del pane”, ovvero crackers e grissini, ma anche fette biscottate e taralli, dovrebbero essere consumati con moderazione. Anche le porzioni sono diverse tra loro: in una dieta da 2.000 kcal è previsto un consumo di pane pari a 175 g al giorno, mentre i suoi sostituti hanno una porzione e frequenza di consumo di 30 g alla settimana.

Ma perché crackers e grissini sono più calorici del pane? È dovuto al tipo lavorazione e agli ingredienti. Anzitutto si tratta di alimenti più secchi (cioè con una minor percentuale di acqua) e perciò più concentrati in termini di nutrienti e calorie. Inoltre, per la loro preparazione si utilizzano anche grassi, che possono essere sia oli vegetali che grassi animali, a differenza di quanto avviene per il pane tradizionale.

Cosa ne pensi a riguardo? Tieni conto di questi aspetti quando consigli pane e grissini nelle diete dei tuoi pazienti?

Fonte:

  1. Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria. Tabelle di composizione degli alimenti [Cited 2020 October 19].
  2. Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (2019). Dossier Scientifico delle Linee Guida per una sana alimentazione (Edizione 2018).

Lascia un commento prima della pubblicazione, i commenti sono sottoposti a un processo di moderazione che può richiedere anche alcuni giorni. Ci riserviamo la facoltà di eliminare i contributi che saranno ritenuti offensivi, falsi o inappropriati.