Integrazione nei più piccoli: linee guida per una crescita sana

I primi mille giorni di vita – dalla nascita fino ai 2 anni – sono cruciali per la crescita e lo sviluppo dei bambini. Durante questo periodo, un’alimentazione adeguata e bilanciata gioca un ruolo fondamentale nella prevenzione delle malattie cronico-degenerative nell’età adulta.

Gli integratori alimentari, che sono fonti concentrate di nutrienti essenziali, sono importanti per contribuire a raggiunge un adeguato apporto di vitamine e minerali. Ciò vale anche per i soggetti in età pediatrica per i quali l’integrazione, sotto precise linee guida, è raccomandata dalle istituzioni. Se ne è parlato approfonditamente nel corso dell’ultima edizione di Nutrimi – Forum di Nutrizione Pratica, soprattutto nel talk del Dott Francesco Savino, Direttore SSD Patologia Neonatale e della Prima Infanzia nell’ospedale Regina Margherita di Torino.

È essenziale per un professionista esperto di nutrizione pediatrica conoscere quando, cosa e come integrare nella dieta del bambino questi micronutrienti, per fornire ai genitori consigli scientifici sempre aggiornati con una visione verso le più recenti raccomandazioni. Facciamo alcuni esempi.

Vitamina K

La vitamina K è particolarmente importante nei neonati, poiché possono avere un rischio elevato di carenza. La vitamina K è liposolubile e non attraversa facilmente la barriera placentare, la flora batterica intestinale è ancora poco sviluppata, inoltre, il latte materno ha un basso contenuto di vitamina K. Per prevenire la malattia emorragica nel neonato, viene somministrato un supplemento di 1 mg di vitamina K alla nascita. Uno studio italiano ha anche evidenziato efficacia nel supporto alla crescita dopo la nascita con supplementazione giornaliera di 150 μg di VK1 dalla seconda alla quattordicesima settimana.

Vitamina D

La vitamina D è coinvolta nell’assorbimento di calcio e fosforo, nella formazione ossea e nel funzionamento del sistema immunitario. La principale fonte di vitamina D è l’esposizione al sole, ma può essere anche assunta tramite alimenti come pesci grassi, carne e tuorlo d’uovo. Considerando l’esposizione minima alla luce solare nei primi 3 anni di vita, si ritiene 15μg/die un apporto adeguato per i lattanti. È consigliabile integrare la vitamina D nel primo anno di vita con una quantità di 400 UI al giorno, indipendentemente dal tipo di alimentazione.

Ferro

Il ferro è essenziale per la sintesi di emoglobina, il metabolismo energetico e la sintesi del DNA. Durante i primi 6 mesi di vita, il lattante riceve ferro dalla madre attraverso il latte o dalla formula, attraverso le “riserve” trasferitegli dalla mamma, attraverso lo switch emoglobinico neonatale. Nei successivi 6 mesi, il rischio di carenza di ferro aumenta, perché aumenta rapidamente il fabbisogno; quindi, è necessario garantire un adeguato apporto di ferro per sostenere la crescita rapida.

Zinco

Lo zinco è coinvolto in numerosi processi metabolici ed è necessario per il corretto sviluppo cognitivo e immunitario. La carenza di zinco è legata a una scarsa assunzione alimentare o a un ridotto assorbimento. I neonati prematuri sono particolarmente a rischio, così come lo sono i lattanti non alimentati con latte materno. Già dai 6 mesi di vita, è importante introdurre alimenti complementari che contengano zinco per soddisfare il suo fabbisogno.

Vuoi saperne di più? Hai a cuore la salute dei più piccoli e degli adulti di domani?
Sul nostro sito puoi sfogliare la Rivista di Nutrizione Pratica e conoscere tutti i consigli utili alla tua professione per fornire ai tuoi pazienti le cure di cui hanno bisogno per una crescita sana.

 

Bibliografia:

Beluska-Turkan K, Korczak R, Hartell B, Moskal K, Maukonen J, Alexander DE, Salem N, Harkness L, Ayad W, Szaro J, Zhang K, Siriwardhana N. Nutritional Gaps and Supplementation in the First 1000 Days. Nutrients. 2019 Nov 27;11(12):2891

Perrone S, De Bernardo G, Lembo C, Dell’Orto V, Giordano M, Beretta V, Petrolini C, Gambini L, Toni AL, Parigi G, Fontanarosa I, Natale MP, D’Amato G, Sordino D, Buonocore G. Vitamin K insufficiency and the prophylaxis strategy in term healthy infants: A multicentre study. Eur J Clin Invest. 2024 Apr;54(4):e14141

Saggese G, Vierucci F, Prodam F, et al. Vitamin D in pediatric age: consensus of the Italian Pediatric Society and the Italian Society of Preventive and Social Pediatrics, jointly with the ItalianFederation of Pediatricians. Ital J Pediatr 2018; 44: 51.

Miniello VL, Verga MC, Miniello A, Di Mauro C, Diaferio L, Francavilla R. Complementary Feeding and Iron Status: “The Unbearable Lightness of Being” Infants. Nutrients. 2021 Nov 23;13(12):4201.

Chao HC. Zinc Deficiency and Therapeutic Value of Zinc Supplementation in Pediatric Gastrointestinal Diseases. Nutrients. 2023 Sep 22;15(19):4093