Incremento di peso e diabete gestazionale: vince la Dieta Mediterranea

Seguire la Dieta Mediterranea durante la gravidanza potrebbe ridurre l’incremento di peso durante i 9 mesi di gestazione e ridurre il rischio di diabete gestazionale, condizione che espone sia la madre che il bambino a un maggior rischio di complicanze. È quanto è emerso dai risultati dello studio multicentrico ESTEEM in cui 1252 donne incinte che presentavano fattori di rischio metabolici, come obesità, trigliceridi elevati e ipertensione sono state randomizzate a seguire una dieta di tipo mediterraneo (gruppo di intervento) o le raccomandazioni dietetiche generali (gruppo di controllo) sulla base delle linee guida britanniche. La dieta del gruppo di intervento era caratterizzata da elevati consumi di frutta secca, olio extravergine, cereali integrali e legumi, frutta e verdura, consumo moderato ma regolare di pesce e bassi consumi di carne rossa e processata. Le donne nel gruppo di intervento hanno mostrato maggiori assunzioni di frutta secca e olio extravergine di oliva rispetto ai controlli, hanno incrementato la loro assunzione di pesce, carne bianca e legumi e ridotto il consumo di carne rossa, burro, margarina e panna. Il risultato più interessante è che queste donne hanno mostrato un incremento di peso inferiore rispetto a quello del gruppo di controllo (di circa 1,25 kg) e un rischio inferiore del 35% di sviluppare diabete gestazionale. Nessuna differenza invece per quel che riguarda il rischio complessivo di complicanze nella madre e nel bambino.

 

H. Al Wattar B, Dodds J, Placzek A, Beresford L, Spyreli E, Moore A, et al. (2019). Mediterranean-style diet in pregnant women with metabolic risk factors (ESTEEM): A pragmatic multicentre randomised trial. PLoS Med 16(7):e1002857. https://doi.org/10.1371/journal.pmed.1002857

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here