Per iscriverti a una nuova sessione di NutriMI 2017, clicca su “Acquista sessioni” e segui le indicazioni
Informativa
Close

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Antibiotico-resistenza: nuove evidenze dall’Europa

31 luglio 2017 0 Commenti Istituzioni in diretta 892 Views
Antibiotico-resistenza: nuove evidenze dall’Europa

Le tre agenzie europee EFSA, EMA ed ECDC diffondono nuove evidenze sul persistente problema delle antibiotico-resistenze legato all’uso di antibiotici e propongono un action plan. L’aumento della sorveglianza verificatosi negli ultimi anni in tutta Europa ha reso disponibili nuovi dati utili allo studio del problema. Sebbene vi siano differenze in base al Paese e all’antibiotico considerato, in termini assoluti emerge come la diffusione degli antibiotici sia legata soprattutto al loro uso negli animali; per alcuni antibiotici invece è l’uomo il principale veicolo, ma anche la dispersione nell’ambiente gioca un ruolo significativo. L’obiettivo condiviso dagli Stati europei sarà dunque quello di impegnarsi sui 3 fronti (uomo-animali-ambiente) simultaneamente, così da massimizzare l’efficacia degli interventi.

ECDC (European Centre for Disease Prevention and Control), EFSA (European Food Safety Authority), and EMA (European Medicines Agency), 2017. ECDC/EFSA/EMA second joint report on the integrated analysis of the consumption of antimicrobial agents and occurrence of antimicrobial resistance in bacteria from humans and food-producing animals – Joint Interagency Antimicrobial Consumption and Resistance Analysis (JIACRA) Report. EFSA Journal 2017;15(7):4872, 135 pp.

Sull’ Autore

Articoli correlati

0 Commenti

Nessun Commento!

Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Lascia una risposta