Yogurt: strategico per preservare la salute dei soggetti ipertesi

Cropped image of beautiful pregnant woman eating yogurt and smiling while sitting at home

Precedenti trial clinici, come il modello DASH ad esempio, hanno riscontrato effetti positivi dei latticini sulla salute cardiovascolare. Partendo da questi presupposti, lo studio in questione ha focalizzato l’attenzione sul consumo di yogurt, per esplorarne separatamente l’impatto.
Tramite Food Frequency Questionnaire è stato indagato il consumo di yogurt in oltre 70.000 soggetti ipertesi, dei quali circa 55.000 donne del Nurses’ Health Study e circa 18.000 uomini dell’Health Professional Follow-Up Study. I dati sono stati poi “incrociati” con quelli relativi all’incidenza di eventi cardiovascolari e aggiustati per controllare l’effetto di potenziali fattori confondenti.
In tutti i casi, il consumo di yogurt è risultato inversamente associato al rischio cardiovascolare, nello specifico di infarto al miocardio e ictus: consumare yogurt per 2 o più volte a settimana rispetto a consumarlo meno di 1 volta al mese riduceva il rischio cardiovascolare del 17% nelle donne e del 21% negli uomini.

Justin R Buendia, Yanping Li, Frank B Hu, Howard J Cabral, M Loring Bradlee, Paula A Quatromoni, Martha R Singer, Gary C Curhan, Lynn L Moore. (2018). Regular Yogurt Intake and Risk of Cardiovascular Disease Among Hypertensive Adults. American Journal of Hypertension.

Lascia un commento
Prima della pubblicazione, i commenti sono sottoposti a un processo di moderazione che può richiedere anche alcuni giorni. Ci riserviamo la facoltà di eliminare i contributi che saranno ritenuti offensivi, falsi o inappropriati.

Please enter your comment!
Please enter your name here