Microbiota anti-obesità: un possibile aiuto dalla dieta vegana

Closeup of unknown woman cutting a paprika while standing in the kitchen

Seguire una dieta vegana per 4 mesi può favorire dei microrganismi a livello intestinale che hanno effetti positivi su peso, composizione corporea e controllo della glicemia. La ricerca, realizzata negli Stati Uniti, è stata presentata qualche giorno fa a Barcellona durante il congresso annuale dell’Associazione Europea per lo Studio del Diabete (EASD). Lo studio è stato condotto su 147 soggetti adulti in sovrappeso, non diabetici, che sono stati randomizzati a seguire per 16 settimane una dieta vegana a basso contenuto di grassi (n=73) o a mantenere l’alimentazione abituale (n=74). Dall’analisi del microbiota e dalla valutazione di peso, composizione corporea e sensibilità all’insulina al basale e al termine dell’intervento, è emerso che chi aveva seguito la dieta vegana aveva perso significativamente peso (circa -5,8 kg), a causa di una riduzione della massa grassa (circa -3,9 kg), e mostrava un miglioramento della sensibilità all’insulina, oltre a cambiamenti significativi del microbiota intestinale. Nello specifico, nel gruppo dei vegani era aumentata l’abbondanza relativa di Faecalibacterium prausnitzii e di Bacteroides fragilis, che sono risultati direttamente associati a riduzioni del peso, della massa grassa, del grasso viscerale, e nel caso dei Bacteroides, anche a miglioramenti della sensibilità all’insulina. Come affermato dagli autori stessi, saranno necessari ulteriori studi per separare gli effetti della sola dieta vegana da quelli della riduzione calorica e per valutare l’eventuale efficacia della dieta vegana in soggetti diabetici.

 

 

Short-term study suggests vegan diet can boost gut microbes related to body weight, body composition and blood sugar control.” ScienceDaily.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here