Diete Low-Carb e difetti del tubo neurale nella progenie: situazione critica negli USA

close up of pragnent women in the kitchen

Dal 1998 negli USA è obbligatorio fortificare i cereali con acido folico per ridurre l’incidenza di difetti del tubo neurale nella progenie. Alla luce dei più recenti trend in fatto di diete, il seguente studio ha cercato di valutare se la restrizione di carboidrati potesse influenzare l’assunzione di acido folico e di conseguenza lo sviluppo di difetti del tubo neurale, quali anencefalia e spina bifida.
Su una coorte di oltre 10.000 donne, sia casi (cioè donne che avevano avuto figli con difetti del tubo neurale) che controlli, è stato indagato retrospettivamente il consumo di carboidrati e folati nell’anno antecedente la gravidanza. Le donne che consumavano meno carboidrati (quintile più basso, meno di 95 g al giorno) assumevano anche meno della metà dell’acido folico rispetto alle altre donne e avevano una probabilità di dare alla luce figli con difetti del tubo neurale maggiore di circa il 31%.
Seppure i risultati siano limitati al contesto americano, in cui il ruolo della fortificazione sui carbidrati è molto evidente, e seppure nella Dieta Mediterranea le principali fonti di folati siano in realtà gli ortaggi, questo studio fa riflettere sui potenziali rischi per la salute che diete non equilibrate possono comportare.

Desrosiers, T. A., Siega‐Riz, A. M., Mosley, B. S., & Meyer, R. E. (2018). Low carbohydrate diets may increase risk of neural tube defects. Birth Defects Research.

1 commento

  1. Molte grazie per la condivisione dei risultati sperimentali, conoscendo i quali si progredisce nel benessere. Dopo aver preso nota di tutto, mi sento di concludere che, in ogni caso, potendo scegliere ciò che si mangia o dovendosi accontentare di poco, è bene cambiare il più possibile. Si rischieranno meno carenze e meno allergie insospettate.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here