Per iscriverti a una nuova sessione di NutriMI 2017, clicca su “Acquista sessioni” e segui le indicazioni
Informativa
Close

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Il tonno in scatola NON contiene conservanti

3 maggio 2018 0 Commenti Curiosità e falsi miti 2287 Views
Il tonno in scatola NON contiene conservanti

Diversamente da quanto credono ancora in molti, il tonno in scatola (o in conserva), non contiene conservanti! Anzi, sembra ‘conservare’ buona parte delle caratteristiche nutrizionali del prodotto fresco, talvolta impoverito da cotture domestiche troppo aggressive, come ad esempio bolliture eccessivamente lunghe (1). Questo perché si tratta in realtà di un prodotto solo minimamente processato, in quanto il pesce viene cotto e inscatolato, dopodiché si procede ad una sterilizzazione rapida a una temperatura tale da eliminare i rischi microbiologici e garantire la conservabilità del prodotto.
L’olio d’oliva e il sale sono gli unici due ingredienti che, aggiunti al pesce in quantità appropriate, forniscono gusto e possono contribuire, seppur minimamente, alla conservazione del prodotto.

Quali bufale alimentari e nutrizionali smaschereremo nei prossimi articoli? Segnalateci quelle che pensate possano essere delle fake news a questo link: https://www.nutrimi.it/foodmythbusters/

(1) Severi, S., Bedogni, G., Manzieri, A. M., Poli, M., & Battistini, N. (1997). Effects of cooking and storage methods on the micronutrient content of foods. European Journal of Cancer Prevention, 6, S21-S24.

Sull’ Autore

Articoli correlati

0 Commenti

Nessun Commento!

Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Lascia una risposta