Informativa
Close

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Cioccolato in gravidanza: per il bene del feto, basta rinunce

29 febbraio 2016 0 Commenti Curiosità e falsi miti 2750 Views
Cioccolato in gravidanza: per il bene del feto, basta rinunce
CONDIVIDI

A dare la lieta novella, è uno studio della Université Laval Québec City in Canada, presentato al ‘2016 Pregnancy Meeting’ in corso ad Atlanta, che afferma che 30 g di cioccolato al giorno migliorano il flusso di sangue al feto.

I ricercatori hanno valutato gli effetti derivanti dal consumo di cioccolata ad alto e basso contenuto di flavanoli in due diversi gruppi di donne in gravidanza: in entrambi i gruppi sono emersi miglioramenti rispetto alla popolazione generale in termini di parametri legati alla salute fetale, in particolare relativamente ai marker di velocità ematica nella circolazione uterina, placentare e fetale. Ciò dimostra come gli effetti positivi del cioccolato per la salute fetale vadano oltre il suo contenuto in flavanoli.

Bujold E. et al. High-flavanol chocolate to improve placental function and to decrease the risk of preeclampsia: a double blind randomized clinical trial. American Journal of Obstetrics & Gynecology, Volume 214, Issue 1, S23 – S24

Articoli correlati

0 Commenti

Nessun Commento!

Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Lascia una risposta