Omega 3: potenziali benefici anche per il microbiota intestinale

Sources of Omega-3 acid (salmon and Omega-3 pills)

Gli acidi grassi polinsaturi omega 3 sono tipicamente associati a molteplici funzioni benefiche, tra le quali la prevenzione di patologie cronico-degenerative e la riduzione degli stati infiammatori, ma i vantaggi potrebbero essere ulteriori. Uno studio prospettico condotto su una coorte di circa 900 donne di 65 anni ha indagato la relazione tra livelli circolanti di acidi grassi e diversità del microbiota intestinale, rilevando una correlazione positiva tra gli omega 3 circolanti e la varietà del microbiota. In particolare, l’aumento dei livelli sierici di DHA (il più noto degli omega 3) è risultato strettamente associato ad una maggiore presenza di ben 38 ceppi tassonomici, in particolare le Lachnospiraceae. Questi dati, seppur ancora in stato embrionale, suggeriscono le potenzialità dell’utilizzo di omega 3 come integratori per la salute intestinale.

Menni C., Zierer J. et al. (2017). Omega-3 fatty acids correlate with gut microbiote diversity and production of N-carbamylglutamate in middle aged and elderly women. Nature.

Lascia un commento
Prima della pubblicazione, i commenti sono sottoposti a un processo di moderazione che può richiedere anche alcuni giorni. Ci riserviamo la facoltà di eliminare i contributi che saranno ritenuti offensivi, falsi o inappropriati.

Please enter your comment!
Please enter your name here