Informativa
Close

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Le intolleranze NON causano aumento di peso

28 marzo 2019 0 Commenti Curiosità e falsi miti 663 Views
Le intolleranze NON causano aumento di peso
CONDIVIDI

È molto diffusa l’idea che le intolleranze alimentari possano causare un aumento di peso ed essere responsabili di sovrappeso e obesità (1). A tal proposito, l’auto-diagnosi (spesso realizzata su “parere” di Google) e l’utilizzo di test diagnostici non validati scientificamente, eseguiti in strutture non sanitarie, possono spingere molte persone ad eliminare alcuni alimenti dalla propria dieta abituale, senza alcuna indicazione da parte del Medico curante, con conseguente rischio di carenze nutrizionali.
In realtà, le intolleranze alimentari “vere” sono poche e nella gran parte dei casi causano un malassorbimento dell’alimento e disturbi gastrointestinali, come nausea, diarrea, meteorismo e vomito (2). Un malassorbimento a livello intestinale non si associa in alcun modo all’incremento di peso ma, al contrario, potrebbe piuttosto favorirne la perdita (non desiderata).
Come recentemente ribadito nel “Decalogo” condiviso dalle più importanti Società Scientifiche, le intolleranze alimentari non sono responsabili di sovrappeso e obesità, condizioni causate prevalentemente da alimentazione scorretta e stile di vita inadeguato (1). Eliminare dalla dieta alcuni alimenti, senza sintomi e, soprattutto, senza il parere dell’esperto, solo per perdere peso non darà quindi i risultati attesi. Al contrario, in presenza di disturbi indesiderati in seguito al consumo di uno o più alimenti, è necessario rivolgersi ad uno specialista per una adeguata diagnosi ed evitare pericolose diete di esclusione “fai da te” (1).

 

Quali bufale alimentari e nutrizionali smaschereremo nei prossimi articoli? Segnalateci quelle che pensate possano essere delle fake news a questo link: https://www.nutrimi.it/foodmythbusters/

 

(1) Documento condiviso. Dieci regole per gestire le intolleranze alimentari. http://www.siaaic.org/wp-content/uploads/2018/08/Decalogo-intolleranze-alimentari-corretto-senza-ministero.pdf
(2) Società Italiana di Diabetologia (SID), Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica (ADI), Associazione Medici Diabetologi (AMD), Associazione Nazionale Dietisti (ANDID), Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU), Società Italiana di Nutrizione Pediatrica (SINUPE), Società Italiana dell’Obesità (SIO) (2016). Position Statement su “Allergie, intolleranze alimentari e terapia nutrizionale dell’obesità e delle malattie metaboliche”

Sull’ Autore

Articoli correlati

0 Commenti

Nessun Commento!

Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Lascia una risposta