Informativa
Close

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Emissioni di anidride carbonica: a rischio il contenuto proteico di alcune specie vegetali

29 agosto 2017 0 Commenti Le ultime dalla ricerca 843 Views
Emissioni di anidride carbonica: a rischio il contenuto proteico di alcune specie vegetali
CONDIVIDI

Sebbene gli effetti negativi dell’inquinamento sulla salute non siano certo una novità, fino ad ora non era mai emerso un legame così diretto tra inquinamento e nutrizione. Uno studio condotto ad Harvard ha sperimentato la crescita di alcune piante in ambienti ad elevata concentrazione di anidride carbonica: in queste condizioni, il contenuto proteico di riso, grano, orzo e patate diminuisce rispettivamente del 7,6%, 7,8%, 14,1% e 6,4%. L’aumento della CO2 atmosferica registrato negli ultimi anni potrebbe quindi rendere alcune specie vegetali meno proteiche, esacerbando i deficit nutrizionali specialmente in quei Paesi la cui dieta si basa soprattutto su fonti vegetali e in cui il tema della malnutrizione è più presente.

Medek, D. E., Schwartz, J., & Myers, S. S. Estimated Effects of Future Atmospheric CO2 Concentrations on Protein Intake and the Risk of Protein Deficiency by Country and Region. Environmental Health Perspectives, 87002, 1.

Articoli correlati

0 Commenti

Nessun Commento!

Puoi essere il primo a commentare questo articolo!

Lascia una risposta