L’aglio NON previene né cura il coronavirus

aglio non previene coronavirus

Tra gli alimenti considerati “miracolosi” per la salute, nell’immaginario comune, troviamo sicuramente l’aglio. Sebbene i suoi composti solforati, tra cui l’allicina, abbiano indubbiamente proprietà interessanti, non vi sono prove per stabilirne effetti positivi legati al coronavirus, notizia che invece è circolata molto sui social tanto da dover essere smentita dall’Organizzazione Mondiale della Sanità e dall’Istituto Superiore di Sanità (1; 2).

L’aglio è certamente tra gli alimenti più studiati in letteratura. Ai suoi composti bioattivi sono state attribuite diverse proprietà tra cui quelle antiossidanti, antinfiammatorie, immunomodulatorie, cardioprotettive, epatoprotettive, antibatteriche (3). Proprio per queste potenzialità dei suoi composti, una recente review pubblicata nel 2019 afferma che l’aglio è un alimento promettente e che dovrebbero essere condotte ulteriori ricerche sia per comprendere a fondo i meccanismi d’azione dei singoli composti, sia per valutarne gli effetti sull’uomo attraverso studi clinici (3).

È proprio sugli studi clinici che si basa la costruzione dell’evidenza scientifica e – nonostante le potenzialità sopra descritte – tali studi sono ad oggi troppo limitati per poter trarre conclusioni significative circa il ruolo dell’aglio nella salute, così come per valutarne i possibili effetti collaterali (3).

Sull’aglio sono state condotte svariate revisioni Cochrane. La più recente, del 2014, ne ha valutato l’efficacia in termini di prevenzione e cura del raffreddore, riscontrando possibili effetti a livello di prevenzione, ma sono dati clinici non sufficienti o di scarsa qualità (4).

Per concludere, come ricordato anche dall’ISS, nonostante i composti presenti nell’aglio possano avere importanti proprietà tra cui quelle antimicrobiche, non ci sono evidenze scientifiche che il consumo di aglio prevenga o curi la SARS-CoV-2.

  1. World Health Organization (2020). Coronavirus disease (COVID-19) advice for the public: Myth busters. [Cited 2020 June 5].
  2. Istituto Superiore di Sanità (2020). Mangiare aglio può aiutare a prevenire l’infezione da nuovo coronavirus (SARS-CoV-2)? [Cited 2020 June 5].
  3. Shang, A., Cao, S. Y., Xu, X. Y., Gan, R. Y., Tang, G. Y., Corke, H., … & Li, H. B. (2019). Bioactive compounds and biological functions of garlic (Allium sativum L.). Foods, 8 (7), 246.
  4. Lissiman, E., Bhasale, A. L., & Cohen, M. (2014). Garlic for the common cold. Cochrane Database of Systematic Reviews, (11).

Lascia un commento
Prima della pubblicazione, i commenti sono sottoposti a un processo di moderazione che può richiedere anche alcuni giorni. Ci riserviamo la facoltà di eliminare i contributi che saranno ritenuti offensivi, falsi o inappropriati.

Please enter your comment!
Please enter your name here