“5-a-day”: qual è il migliore mix di frutta e verdura per la salute?

Nuovi risultati ne confermano i benefici: un maggiore consumo quotidiano di frutta e verdura è associato a una significativa riduzione della mortalità. Nello specifico, l’assunzione di 2 porzioni di frutta e 3 porzioni di verdura al giorno sembra essere il miglior mix per una più alta riduzione del rischio di mortalità, a favore di una vita più sana e lunga. È quanto messo in luce da un recente studio pubblicato su Circulation, la rivista scientifica di punta della American Heart Association.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori hanno analizzato i dati di oltre 100.000 soggetti prelevati dal Nurses Health Study (66.719 donne) e dal Health Professionals Follow-Up Study (42.016 uomini), due coorti seguite per circa 30 anni, escludendo dall’analisi pazienti con diabete, cancro o patologie cardiovascolari al basale. In entrambi gli studi, la dieta è stata valutata al basale e periodicamente (ogni 2-4 anni) mediante questionario delle frequenze alimentari. A partire da questi dati, i partecipanti sono stati suddivisi secondo quintili di assunzione di frutta e verdura (2, 3.3, 4.2, 5.3 e 7.9 porzioni al giorno). Nell’intero periodo di follow-up, dal 1984 al 2014, sono stati attestati 33.898 decessi. Inoltre, per una maggiore solidità e profondità dell’indagine, i ricercatori hanno effettuato una metanalisi di dose-risposta su altri 24 studi prospettici di coorte – prendendo in considerazione un totale di circa 1,9 milioni di partecipanti provenienti da 29 Paesi di tutto il mondo.

L’analisi dei dati (comprensiva di tutti gli studi presi in esame) ha evidenziato come il consumo di 5 porzioni di frutta e verdura al giorno sia associato al più basso rischio di mortalità, mentre frequenze più alte non garantiscono ulteriori vantaggi in termini di ridotta mortalità. Se paragonate all’assunzione di 2 porzioni giornaliere, le 5 porzioni mostrano considerevoli benefici: la riduzione del 13% del rischio di mortalità per qualsiasi causa, del 12% per malattie cardiovascolari, tra cui infarti e cardiopatie, del 10% per cancro e del 35% per patologie respiratorie quali la malattia polmonare ostruttiva cronica.

In particolare, la maggiore longevità rilevata è risultata associata all’assunzione di 2 porzioni quotidiane di frutta e 3 di verdura: un risultato in linea con le attuali indicazioni delle istituzioni sanitarie, che in America così come in Europa raccomandano alla popolazione di seguire la “regola delle 5 porzioni al giorno” per contribuire alla prevenzione delle più diffuse patologie croniche.

Sebbene si tratti di uno studio osservazionale senza evidenza di causalità diretta tra dieta e rischio di decesso, ancora una volta i risultati ottenuti sostengono con forza i benefici di un corretto apporto quotidiano di frutta e verdura per la salute.

Wang, D. D., Li, Y., Bhupathiraju, S. N., Rosner, B. A., Sun, Q., Giovannucci, E. L., … & Hu, F. B. (2021). Fruit and Vegetable Intake and Mortality: Results From 2 Prospective Cohort Studies of US Men and Women and a Meta-Analysis of 26 Cohort Studies. Circulation.

Lascia un commento
Prima della pubblicazione, i commenti sono sottoposti a un processo di moderazione che può richiedere anche alcuni giorni. Ci riserviamo la facoltà di eliminare i contributi che saranno ritenuti offensivi, falsi o inappropriati.

Please enter your comment!
Please enter your name here